Al via il Progetto CORE di ARI RE Lombardia

Logo

ARI RE LOMBARDIA è lieta di annunciare che l'apposita Commissione Regionale ha approvato il nostro progetto "CORE". Partono quindi ufficialmente le procedure per la firma della relativa convenzione e per il contemporaneo inserimento nell' Elenco Regionale dei soggetti di rilevanza per il sistema di protezione civile lombardo.

Il progetto "CORE" (COmunicazioni Regionali in Emergenza) mira al superamento di situazioni di emergenza sia a livello regionale che nazionale, che comportino un improvviso black-out delle comunicazioni normali, attivando una rete alternativa di radiocomunicazioni anche (ma non solo) in ausilio alle attività di soccorso della Colonna Mobile Regionale.

E' un risultato assolutamente importante per il ruolo di ARI RE LOMBARDIA sia a livello regionale sia a livello provinciale, che rende giustizia alle risorse e professionalità che tutte le nostre componenti ARI RE lombarde mettono da decenni a disposizione della propria collettività. Talvolta, occorre dirlo senza alcuna polemica, paradossalmente ostacolate da personali e non condivisibili interpretazioni della già ben chiara legislazione vigente.

Il coordinatore ARI RE regionale Ettore Trabattoni I2EDU, padre del progetto e che con tenacia ne ha curato il lungo e complesso iter (grazie Ettore!) fornirà appena possibile ogni ragguaglio ai coordinatori provinciali, condividendone con loro sia gli aspetti organizzativi che formativi per il nostro volontariato attivo.

 
Articolo su sito ARI RE Lombardia
http://www.arirelombardia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=272:il-regalo-di-natale-per-ari-re-lombardia&catid=4:notizie-lombardia&Itemid=45

Consulta Nazionale

05/11/2010

Ricostituita la Consulta Nazionale del Volontariato di protezione civile

La Consulta Nazionale delle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile, istituita con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 gennaio 2008, è stata rinnovata ed aggiornata nelle sue componenti.

La Consulta, che riunisce le principali organizzazioni di volontariato di rilevanza nazionale, ha eletto Presidente Simone Andreotti, delegato di Legambiente, e Vicepresidente Eugenio Astore, delegato dell’Associazione Volontari Italiani del Sangue (AVIS), confermando Franco Beolchini, delegato dell’Associazione Nazionale Alpini (ANA), come proprio rappresentante in seno al Comitato Operativo nazionale.

La Consulta rappresenta alcune centinaia di migliaia di volontari di protezione civile, diffusi sull’intero territorio nazionale ed affiliati alle sezioni locali delle organizzazioni Associazione Fatebenefratelli (Afmal), Scout (Agesci e Cngei), Alpini (Ana), Autieri (Anai), Carabinieri (Anc), Pubbliche Assistenza (Anpas), Vigili del Fuoco in Congedo, Radiocomunicazioni d’emergenza (Ari, Fir-CB e Rnre), Volontari del Sangue (Avis), Caritas, Ordine di Malta (Cisom), Infermieri per l’Emergenza (Cives), Comunità di S. Egidio, Misericordie d’Italia, Attività acquatiche e subacquee (Salvamento, Fias, Fin e Fipsas) Legambiente, Psicologi per i Popoli, Prociv-Arci, Cinofili (Ucis) e Unitalsi. Partecipano ai lavori della Consulta, come osservatori, i rappresentanti della Croce Rossa Italiana, del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico e dell’Associazione dei Vigili del Fuoco Volontari.

Intervenendo alla seduta di insediamento della Consulta il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, dott. Guido Bertolaso, ha sottolineato l’importanza strategica del volontariato nel sistema nazionale di protezione civile, evidenziando il grande interesse che questa nostra essenziale risorsa suscita all’estero. Numerosi paesi stranieri ed organizzazioni internazionali, infatti, stanno studiando le leggi italiane che regolano l’impiego del volontariato nelle attività di protezione civile che costituiscono un ‘unicum’ di particolare efficacia nel loro genere.

La Consulta ha annunciato un programma di azioni concrete in occasione del 2011, dichiarato anno internazionale del volontariato e della cittadinanza attiva, incentrate sul ruolo non solo operativo, ma anche propositivo che le organizzazioni di volontariato hanno nel nostro sistema di protezione civile.

Esercitazione ARI RE

logo-ari-re-trasp

Il Team ARIRE della sezione di San Donato Milanese, e' impegnato in una esercitazione di supporto al campo allestito dal GCVPC di San Giuliano Milanese presso l'oratorio di San Carlo in Via E. De Nicola n° 4 a San Giuliano M.se.

L'esercitazione "San Carlo 2010" avra' inizio alle ore 8.00 di sabato 23 ottobre e andra' avanti per tutto il giorno.

Il giorno successivo, domenica 24, il campo sara' accessibile alla cittadinanza, per l'occasione verranno eseguiti interventi dimostrativi.

Esercitazione San Carlo 2010

400_ESERCITAZIONE_SAN_CARLO_2010

Dipartimento Protezione Civile

il Dipartimento della Protezione Civile lancia dal 1° ottobre, un questionario online sull'emergenza terremoto Abruzzo sul sito www.protezionecivile.it.

Il questionario rimarrà online per qualche settimana. La consultazione ha l'obiettivo di raccogliere informazioni sulle attività e le esperienze di chi ha partecipato alla gestione del terremoto in Abruzzo dal 6 aprile 2009 fino al 31 gennaio 2010 e di registrare proposte migliorative per le eventuali criticità. L'analisi dei dati sarà impiegata per orientare il lavoro di "debriefing” promosso dal Dipartimento.

Possono compilare il questionario tutti i volontari o gli operatori di Regioni, Province, Comuni, strutture operative, ordini professionali o imprese che sono stati impegnati nell’emergenza abruzzese.

Per promuovere la più alta partecipazione al questionario e raccogliere il maggior numero possibile di pareri, vi chiediamo di inserire un link sul vostro sito alla notizia di lancio, che potete trovare al link: http://www.protezionecivile.it/cms/view.php?cms_pk=18602&dir_pk=187.

Vi ringraziamo per la collaborazione.

Cordiali saluti,

Redazione sito www.protezionecivile.it
06/6820409

Cluster