dal 1973 ad oggi ASDM AriSanDonatoMilanese

La Sezione ARI di S. Donato Milanese nasce il 30 Novembre 1973, per merito di un gruppo di Radioamatori particolarmente attivo e animato da grande spirito di iniziativa sociale.motel_agip

Erano anni piuttosto difficili nel panorama radiantistico; chi si avventurava in questo tipo di esperienza era spesso additato dal resto della comunità tra gli individui sospetti e comunque oggetto di atteggiamenti di sospetto. Ricordiamo che, in quegli stessi anni, anche i CB emergendo da una certa “clandestinità” scontavano la difficoltà di farsi riconoscere quei diritti che la Carta Costituzionale sanciva. In questo periodo la confusione, spesso dovuta a scarsa conoscenza e diffidenza, portava anche i media a confondere tra loro le attività; questo, invero, accade tutt’oggi. Queste difficoltà si traducevano poi nel concreto nella difficoltà di reperire anche le sedi sociali delle “associazioni di categoria” che, in un contesto “quasi carbonaio” cercavano di emergere, costituendosi dapprima nelle abitazioni degli stessi pionieri associativi, per poi trovare la luce in sale riunioni più o meno pubbliche concesse a titolo più o meno oneroso.

Anche per i Radioamatori pionieri di S. Donato il percorso non è stato differente: il primo atto costitutivo (fig. 1) evidenzia che la sede istituzionale è presso una struttura storica del polo industriale e terziario ENI: il motel AGIP, posto strategicamente all’inizio dell’Autostrada del Sole.

In seguito ( a partire dall’inizio del 1976 ) la Sezione troverà ospitalità presso una sede in Via Emilia, 8 condividendo i locali messi a disposizione per l’Associazione locale dei cacciatori.redefossi2r

Durante questi anni i radioamatori di S. Donato si sono certamente impegnati in diverse attività sociali volte non solo a promuovere questa passione, ma anche per sostenere iniziative, anche di rilievo internazionale, volte a far emergere temi sociali e culturali di grande spessore come il supporto agli eventi collegati a “Salviamo Venezia”, per sensibilizzare i cittadini a temi non solo legati al radiantismo, ma più in generale di interesse pubblico.

Durante la permanenza presso questa sede, una serie di vicende alterne, pongono a dura prova la compagine associativa; dapprima le esondazioni del Cavo Redefossi che mandano letteralmente in ammollo la sede poi un occupazione abusiva della stessa: in entrambi i casi, molti documenti associativi furono distrutti o persi. Lo spirito associativo invece no!

Successivamente a partire dal 1981 la Sezione ARI di S. Donato trova finalmente una sede (a titolo oneroso) presso alcuni locali degli scantinati del Centro Scolastico Omnicomprensivo (CSO). Nonostante la sede non sia proprio quella che si potrebbe ambire per la rappresentanza di un’Associazione di rilievo nazionale eretta in “Ente Morale”, i Radioamatori della compagine sandonatese, senza scoraggiarsi, si adoperano per renderla il più ospitale e funzionale possibile.

Installano –finalmente- le antenne ed attivano la stazione radio istituzionale; gli OM di San Donato sono ON THE AIR e trovano riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale partecipando alle gare (i cosiddetti Contest), piazzandosi in posizioni di riguardo, senza certo sfigurare di fronte a concorrenti di rilievo e con disponibilità di mezzi molto maggiore. Proprio in questi anni i Radioamatori iscritti all’ARI di S. Donato raggiungono il massimo numero e dimostrano che le difficoltà che incontrano sono solamente sfide da affrontare ed opportunità da cogliere.

Nel 1984, per il ruolo che i Radioamatori svolgono nell’ambito delle Radiocomunicazioni d’emerenza, tristemente emerso con gli eventi sismici del Friuli e dell’Irpinia, viene accordata all’ARI di S. Donato, insieme alle altre Sezioni della Provincia di Milano la convenzione per i Servizi di Protezione Civile; questa stabilisce la concessione da parte dell’Amministrazione Provinciale di locali ad utilizzo sociale per le Sezioni ARI a fronte del reso servizio di attivazione, manutenzione ed esercizio delle strutture atte alle comunicazioni d’emergenza.

redefossi3r

Dopo anni di permanenza della sede ARI S. Donato nei locali degli scantinati del CSO, la Provincia nel 1993 ne decreta l’inagibilità dichiarandone l’utilizzo “consentito solo come magazzini di deposito”. Solo dopo una difficoltosa e paziente trattativa con la Amministrazione della Provincia i Radioamatori riescono ad aver ragione della situazione, riuscendo ad ottenere una nuova sede ufficialmente riconosciuta poi, anche in convenzione, a partire dal 1995.

Al giorno d’oggi la Sezione ARI di San Donato è una realtà di 70 soci appartenenti alle fasce d’età più disparate. La sede, ospitata quindi dal 1995 in uno dei tre prefabbricati all’interno del Centro Scolastico Omnicomprensivo di S. Donato dispone di una sala radio attrezzata per il traffico multimode HF/VHF ed UHF ed anche per l’ATV (Amateur Television), di una sala riunioni e di un laboratorio attrezzato per interventi di piccola meccanica ed elettronica. Ogni venerdì sera dalle 21 i soci si incontrano per scambiarsi informazioni, conoscenze ed esperienze e accolgono presso la sede tutti coloro che si interessano o semplicemente simpatizzano per la nostra passione.

La sede ha di recente ospitato iniziative di carattere associativo regionale; due volte l’anno ospita i soci, i simpatizzanti e i propri familiari negli eventi sociali che organizza per diffondere il cosiddetto “ham spirit”.

E sempre in questo spirito, le attività che i Radioamatori di S. Donato svolgono, riguardano lo sviluppo delle tecnologie di comunicazione, la relativa sperimentazione e la diffusione tra i soci; le conoscenze e le esperienze maturate sono sempre disponibili al servizio della comunità: gli interventi di supporto alle manifestazioni sportive cittadine, le Esercitazioni di Protezione Civile concertate con il COM20 e gli impegni che assumiamo e svolgiamo nell’ambito delle Radiocomunicazioni d’emergenza ne testimoniano la realtà.

Una realtà che, a livello nazionale, ARI esprime a tutto campo anche per l’appartenenza ai dispositivi di Protezione Civile e per la convenzione che ha stabilito con il MIUR per interventi di scambio formativo e culturale.

LA SEZIONE ARI DI SAN DONATO MILANESE OGGI

ARISEZFOTO 

Scritto da Mirko IK2WFS, il cui padre I2JMU è uno dei simpatizzanti della sezione, anche se per necessità e vicinanza frequenta la Sezione di Milano.

Grazie Mirko, un pò di bella Storia fa bene a tutti.

Cluster